Home » McCabe & Mrs. Miller: Robert Altman e il revisionismo western
McCabe & Mrs. Miller

McCabe & Mrs. Miller: Robert Altman e il revisionismo western

Su Freaking News parliamo di McCabe & Mrs Miller (I Compari), capolavoro western del 1971 scritto e diretto da Robert Altman.

McCabe & Mrs. Miller (I Compari) è una delle opere più radicali del cinema degli Anni Settanta (nonché orgogliosamente presente nella top20 personale di chi scrive). Un western onirico diretto da Robert Altman che spicca nella florida e prolifica produzione del New American Cinema grazie ai suoi personaggi affascinanti e imperfetti e alla fotografia evocativa e pastosa di Vilmos Zsigmond, che qui muove i primi passi in un decennio che avrebbe chiuso con le epocali collaborazioni con Michael Cimino per Il cacciatore e I Cancelli del Cielo (qui il nostro speciale dedicato a I Cancelli del Cielo).

Protagonisti Warren Beatty e Julie Christie, nei panni di due nuovi arrivati nella cruda città mineraria di Presbyterian Church: lui giocatore d’azzardo dal passato misterioso (si dice che abbia ucciso qualcuno prima di trasferirsi lì per affari), lei prostituta esperta nel business dei piaceri della carne che uniscono le forze per fornire ai minatori della cittadina una nuova esperienza nel mercato dei bordelli. Il successo finanziario della loro nuova casa di tolleranza però attira su Presbuterian Church gli interessi dei rappresentanti di una potente compagnia mineraria desiderosa di rilevare l’attività, anche a costo di uccidere.

Presbyterian Church: un microcosmo di vite

Nel ricostruire il quotidiano della cittadina mineraria, Altman – già all’epoca noto per i suoi film corali, con MASH uscito appena l’anno precedente, nel 1970 – è capace come pochi altri di allestire un microcosmo di vite che scorrono le une sovrapposte alle altre: i due personaggi che danno il titolo al film emergono come protagonisti perché prescelti dalla cinepresa, che li va a cercare e li scova nella folla, nel baccano del sound design innovativo (che mescola insieme le numerose conversazioni che si accavallano contemporaneamente negli interni e negli esterni) e nelle panoramiche a schiaffo e negli zoom dolcissimi.

Basterebbe citare la sequenza finale, col suo sapiente uso del montaggio alternato e la sua poetica giustapposizione tra il bianco e freddo silenzio del ‘calmo’ inseguimento nella neve e la concitazione del rosso incendio nella chiesa simbolo della città, per comprendere la vastità del mondo creato dall’autore, un mondo in cui, come nella vita vera, tutto sembra accadere in maniera simultanea indipendentemente da ciò che si guarda o si ascolta.

McCabe & Mrs. Miller I Compari

Una nota a parte per le spettrali canzoni di Leonard Cohen, che aumentano il caldo e il freddo che si agitano intorno a McCabe & Mrs. Miller, uno dei capolavori di Robert Altman e tra i western più innovativi e peculiari di sempre. Per altre letture a tema Far West, scoprite questi 8 film cult spaghetti western poco conosciuti.

Matteo Regoli

critica i film, poi gli chiede scusa si occupa di cinema, e ne è costantemente occupato è convinto che nello schermo, a contare davvero, siano le immagini porta avanti con poca costanza Fatti di Cinema, blog personale

Altri da leggere

Post navigation

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *